mercoledì 9 ottobre 2019

Chernobyl 01:23:40

Ho appena finito di leggere questo libro. Sono circa duecento pagine. Per uno come me che legge molte pagine, non è molto. Infatti ci ho messo nemmeno tre giorni di lettura. Dopo aver visto la serie in televisione, mi sono appassionato e ho comprato anche il libro. Alcune cose, che si sono sapute dopo la caduta dell'unione sovietica, sono davvero agghiaccianti. Non vivendo in quel periodo storico, non so com'è che i russi nascondino tante cose. Ho letto un po' su internet, ma non risultati un po scarsi. Se vi applicate di più alle prime pagine, capirete che oltre a quello di Chernobyl, ci sono stati altri incidenti che prima di leggere il libro mi erano sconosciuti. Non potevo pensare che il governo in carica (anni 80) nascondesse così tante cose. Ho letto come funziona un reattore nucleare e tante altre cose che nella serie televisiva non ci stano. Quanto riguarda l'autore ha descritto davvero bene tutto. Dal suo viaggio a Pryp jat (così è scritto su wikipedia), e quello che ha visualizzato nella zona di esclusione. Davvero avvincente. Magari dopo il lavoro, una 30 di pagine al giorno, si può anche leggere. Davvero lo consiglio a tutti. In alcune parti se devo essere sincero, sono un po' crude ma è stesso l'argomento in questione ad esserlo. Diciamo che è un libro accessibile a tutti. Adesso finto di recensire questo vado a riprendere un' altra lettura di psicologia. Arrivederci e alla prossima recensione.

Nessun commento:

Posta un commento