lunedì 22 aprile 2019

Giorgio Nardone_Oltre se stessi

"Impegna il tuo tempo nel migliorare te stesso tramite gli scritti di altri uomini, così che tu possa giungere facilmente a ciò su cui altri hanno lavorato duramente".

Questo libro che ho appena finito di leggere, mi ha fatto riflettere. Il Dottor Giorgio Nardone per me è diventato un vero e proprio maestro. Seguo spesso e volentieri i suoi incontri e leggo i suoi libri. Spero un giorno di incontrarlo e farci due chiacchiere. Un giorno mi fisso degli obbiettivi, e il giorno dopo per magia è come se fossero del tutto spariti dalla mia mente. Guardando ai miei errori, posso affermare che forse non sono del tutto costante. Forse dovrei prendere un foglio di carta e scrivermi gli obbiettivi che mi sono imposto e appenderlo sul muro della mia stanza. In modo che se domani mi dimentico, posso sempre avere un "post it" di quello che oggi ho trovato interessante. A volte le condizioni esterne e quelle interne mi fanno perdere di vista i miei obbiettivi. In teoria, dovresti liberarti delle persone che ti fanno star male e ti deconcentrano dai tuoi obbiettivi. Ci avevo pensato sinceramente. La soluzione, sarebbe troppo drastica. Come obbiettivo mi sono imposto di leggere tutta la saga di Harry Potter. Un po' per distrazione un po' per giudizio altrui ho lasciato perdere. Dopo aver letto questo libro e altri libri di psicologia, ho afferrato che nella vita, bisogna dare poca importanza o per nulla importanza a quello che dice la gente. Da adesso in poi, userò il mutismo selettivo. Devo pensare più ai miei obbiettivi che rispondere inutilmente alla persone che non credono in me. Rispondendo, perdo solo tempo che posso dedicare ai miei obbiettivi. Ci sono tante nuove abitudini che potremmo cambiare e migliorare noi stessi. Dando il meglio di noi. A piccole dosi. Magari, oggi leggo 20 pagine, domani 25 e così via. Se leggo direttamente 60 pagine, lo faccio una volta e non lo faccio più. Così ho imparato piccole dosi e poi aumentiamo l'asticella dell'obbiettivo da raggiungere. Ho provato a fare le cose tutte insieme ma non ci sono riuscito. Grazie a questo libro ho imparato che devo fare le cose un po' per volta con costanza. Senza fretta. Magari, prendo un foglio e mi scrivo i miei obbiettivi di una settimana e poi così via per la settimana prossima. Magari la prima settimana leggere 30 pagine la settimana successiva 35. Così con lo sport fatto in casa. Iniziamo con 10 addominali e poi aumentiamo l'asticella. Potrebbe essere l'inizio di un lungo cambiamento. Per chi ama la psicologia, consiglio vivamente questo libro e tutti i libri di Giorgio Nardone. Anche se come ripeto magari invece di leggere solo i suoi libri, lo vorrei anche incontrare. Chi sa se c'è un modo per incontrarlo. Ho un reparto sulla mia scrivania solo con i suoi libri. Se qualcuno sa come contattarlo, mi scriva e mi fissi un appuntamento. Anche di notte. Per lui ci sono sempre 24/24 7/7 sappiatelo. 

Arrivederci e alla prossima recensione. 

Se ti è piaciuto questo articolo, sei anche interessato a...  
 

Nessun commento:

Posta un commento