sabato 5 agosto 2017

L'avvocato Canaglia_Jhon Grisman


Eccomi qua a recensire di nuovo. Questo libro, non ricordo dove l’ho comprato e quando. Se non erro, lo comprai dal mio spacciatore di libri. Voto medio 4 stelle. Per chi conosce il genere, già sa dove e come viene ambientato il libro. L’altra volta sono andato a fare un servizio, mi sono messo a leggere, sono passate due ore e non me ne sono neanche accorto del tempo. Il libro è diviso in casi giudiziari che alla fine si collegano tra di loro. In uno di questi, si parla della pena di morte.

Io personalmente sono a favorevole. Anche se in Italia è vietata.

Leggendo, da tempo, anche il lessico è importante. In questo caso il testo è molto leggero e scorrevole.

Prima che diventi troppo prolisso, torniamo al tema libri. Sulla pena di morte e su vari omicidi e il nostro sistema giudiziario ci sarebbe molto da parlare ma non penso che sia questo il caso, il momento e il posto più adatto per farlo.

Giusto così in uno dei casi, un cliente dell’Avvocato Rudd fa riferimento a Law e Order la serie televisiva. La cosa che più mi affascina e che nella storia, oltre agli avvenimenti personali è che l’avvocato canaglia che difende tutti quanti e gente che non si può permettere un avvocato, non ha uno studio ma gira in un furgone full optional compreso di assistente personale, autista e confidente.

Questo è uno dei libri che consiglio per chi ama questo genere di testo. Poi sempre dello stesso autore ma come seconda scelta, consiglio “Il testamento”. Anche se a dire la verità è un po pesante. Dopo questo libro il mio spacciatore di libri, mi ha consigliato un libro completamente diverso. Un certo Christian Jacq con i suoi quattro best seller ambientati tuutti in Egitto. Una specie di Wilbur Smith ma fatto più a thriller che ad avventura.
Dopo aver Cenato con il mio amico Marco, quando torno a casa comincio a leggere “la tomba Maledetta” il primo di questa saga.

Arrivederci e alla prossima recensione.

Nessun commento:

Posta un commento